Adolescenti investiti da un camion. Erano sdraiati sull’asfalto per fare un selfie

La mania dei seflie ormai dilagante crea allarme dopo episodi del genere. Sia che siamo a casa o fuori per il pranzo, con gli amici o da soli, nel centro commerciale o in viaggio, sembra che ci sia un bisogno di scattare selfie con tutto e tutti, scattare foto al cibo e al bicchiere sul tavolo del ristorante.
Andare ad una festa o concerto e scattare e riprendere senza neanche godersi il momento, solo per l’ossessione del selfie.

Fare selfie in posti pericolosi è diventata una nuova tendenza tra gli adolescenti.
Anche se in molti casi vengono segnalati selfie fatali, la gente non impara dagli errori degli altri.

Due adolescenti turchi di recente sono rimasti uccisi da un camion mentre giacevano su una strada per farsi un selfie.

Cinque amici erano su un viaggio

b44cca842339e2c652d678455f3d8c4d



Un gruppo di cinque amici erano in un viaggio da Alanya a Antalya, sulla costa sud-occidentale della Turchia. Avevano noleggiato una macchina per il loro viaggio.

Si sono fermati nei pressi di un aeroporto per fare qualche foto con gli aerei. I ragazzi hanno deciso di sdraiarsi sull’asfalto dell’autostrada con una vista degli aerei sullo sfondo.

c17a23edc00909ee628fb4c4c1160f69

Gli altri tre amici sono sopravvissuti per miracolo. Il camionista non avrebbe potuto vederli per il buio.
830594feb1a9ba6b70939b376b91998e

I tre amici che sono sopravvissuti all’incidente erano in stato di shock. Dopo il camionista ha informato la polizia circa l’incidente, i servizi di polizia e di emergenza sono arrivati sul posto, ma hanno dichiarato i due ragazzi, Muhaummet Bozkurt, 17 e Caglar Savasci, 19 come deceduti.

Per scopi investigativi la polizia ha raccolto campioni di sangue di tutti e cinque i ragazzi, infatti si sospetta che avessero bevuto. La polizia ha confermato che le indagini proseguono.

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina facebook, pubblicheremo al più presto tutti gli aggiornamenti in merito.


Scritto da Pino T.

© Riproduzione riservata Oltrelineanews.com

Seguici sulla pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *